FIMP

FIMP News
Vai ai contenuti

Menu principale:

MOZIONE CONCLUSIVA CONSIGLIO NAZIONALE – ROMA 20 E 21 SETTEMBRE 2014.

 

Il Consiglio Nazionale riunito a Roma presso il Rome Hotel Cavalieri Hilton - Roma Fiumicino Airport in data 20 e 21 settembre 2014

 

Presenti l’80,85% delle Province, in rappresentanza dell’82% dei Pediatri di Famiglia

 

Ascoltata

la relazione del Presidente Nazionale Giampietro Chiamenti sull’evoluzione e sulle prospettive delle trattative per il rinnovo contrattuale,

 

Preso atto

con soddisfazione del lavoro svolto dalla Direzione Nazionale e dalla Commissione Trattative

 

Dopo ampio dibattito sul tema della nuova organizzazione dell’assistenza territoriale dettata dalle norme legislative e dai documenti di indirizzo del Comitato di Settore,

 

Approva all’unanimità

i seguenti principi generali della nuova organizzazione pediatrica sui quali si deve  sviluppare il modello assistenziale in vista del rinnovo contrattuale di categoria.

 

In particolare si ritiene importante :

 

  1. Rendere compatibile un modello di assistenza pediatrica con quanto indicato nella legge 189/2012 senza stravolgere l’organizzazione che la Pediatria di Famiglia ha costruito in base ai precedenti ACN e che attualmente rappresenta un’efficace e capillare modello assistenziale per l’età infantile e l’adolescenza;

 

  1. Ribadire obiettivi e funzioni che sempre hanno caratterizzato l’attività specifica del Pediatra di Famiglia e che andranno ad articolarsi in un nuovo modello organizzativo diffuso sul territorio.

 

Tale modello deve avere le seguenti caratteristiche:

 

1.    Salvaguardia, nell’ambito del rapporto fiduciario, della presenza capillare della Pediatria di Famiglia evitando indiscriminati accentramenti di erogazione dell’assistenza che non garantirebbero l’equità di accesso all’assistenza pediatrica in tante zone periferiche;

 

2.    Prevedere l’inserimento di tutti i Pediatri all’interno delle AFT per l’espletamento delle funzioni previste dalla Legge 189/2012 (adesione a progetti, linee guida e percorsi assistenziali condivisi, condivisione di obiettivi e valutazione, formazione), affidando le funzioni di coordinamento ad un Pediatra di Famiglia 

 

3.    Prevedere, all’interno delle AFT, l’istituzione di Presidi Pediatrici Territoriali (a sedi uniche o con sedi di riferimento) che vadano a rappresentare per le famiglie un punto di riferimento dell’assistenza pediatrica sul territorio;

 

4.    Le UCCP rappresentano modalità organizzative non appropriate all’espletamento dell’assistenza pediatrica nel suo insieme, ma possono essere il contesto utile sia all’integrazione della Pediatria di Famiglia in un ambito multiprofessionale che all’espletamento di specifiche funzioni assistenziali. Tale tipologia di erogazione dell’assistenza, in considerazione delle diversità orogeografiche e organizzative, deve essere definito nell’ambito delle specifiche realtà regionali.

 

                                                                                 F.I.M.P. – Federazione Italiana Medici Pediatri

                                                                                            IL PRESIDENTE NAZIONALE

                               Dott. Giampietro Chiamenti


 

VIII Congresso Nazionale FIMP

Salta in Bocca

 

SCUOLE DI PEDIATRIA

- Sapere, saper fare, saper comunicare

Rapporti Internazionali

- Formazione

- Pareri Sindacali

- Comunicati

- Documenti

 
FIMP - Federazione Italiana Medici Pediatri
Sede Nazionale - Via Parigi, 11 Scala A int.105 - 00185 Roma (IT)
Tel. 06 44202575

P.IVA 07245820019 - C.Fiscale 97503430015
Torna ai contenuti | Torna al menu